Ritrovo di Banca etica del 08/11/2007

Il ritrovo di Banca Etica ritorna!!!
Giovedi 8 Novembre ore 21

Cesena Viale Bovio 48 Via Emilia altezza stazione FFSS …. Sede DS Cesena (ancora per poco).

Abbiamo già la disponibilità di Ivan Pesaresi.
L’ODG dovrebbe essere:

  • Verifica programma già ipotizzato
  • Coordinamento Romagna del 6 Ottobre
  • Fiera Faenza 22/25 Novembre
  • Assemblea 25 Novembre ad Abano
  • Le immancabili varie ed eventuali!!!

Saluti radiosi da Eraldo e … Romeo

Annunci

Il mio pensiero ad Alberto

Non ti conoscevo caro Alberto,
non ti conoscevo e mi sono permesso di farmi un’idea in base ai roboanti articoli dei giornali di allora, l’idea che fossi il solito capro espiatorio di una “caccia alle streghe” che invece di andare a ricercare i veri trafficantispeculatorievasorifiscaliriciclatori ha trovato in un ragazzo un po di sano argomento del contendere e motivo di lustro.
Ho due figli di 7 ed 8 anni e sto cercando di spiegargli il mondo ma è difficile farlo perché nemmeno io, che ne ho ormai 40, lo capisco; sto cercando faticosamente di galleggiare ed individuare un qualche faro che mi possa indicare la via in modo da mostrarlo anche a loro ma … non riesco a trovare che lucine fatue che si smorzano subito dopo che le fissi per più di qualche minuto.
Leggo in questi giorni di un agricoltore di 60 anni di un Comune confinante con il mio che è stato pescato ad accudire ad alcune piante di Canapa nel suo terreno, in mezzo ai girasoli (almeno loro hanno un punto di riferimento certo in questo mondo) e rabbrividisco pensando che adesso sia chiuso in qualche cella mentre fuori vi sono coloro che si arricchiscono con il contrabbando internazionale di cocaina o di extasy e, ancora molto peggio, che i Monopoli di Stato speculino con la vita di milioni di persone con il tabacco messo nelle sigarette “di stato” pensando di salvarsi l’anima semplicemente riportando sul pacchetto una bella scritta “nuoce gravemente alla salute”.
Rabbrividisco pensando che una pianta come la canapa che ha infinite proprietà e con la quale in passato è stato fatto di tutto possa essere considerata fuori legge; dichiarare fuori legge una pianta è il peccato peggiore che un Normatore possa fare, soprattutto quando accetta il brevetto di altre piante che invece sono costruite in laboratorio.

Caro Alberto, spero che la luce che ora ti accompagna sia meno fatua delle nostre e che tu possa illuminare il percorso anche a noi che brancoliamo nel buio, il buio di un’esistenza che ci vogliono relegare a vivere e dalla quale tentiamo di divincolarci.

Ciao Alberto!!!

Saluti radiosi

Aria condizianata o poco dormire: ingrassare!!!

Dunque, per la mia persona che ultimamente tende ad ingrassare, molto probabilmente il problema principale è il poco sonno visto che l’aria condizionata è una di quelle suppellettili che, fino ad ora, proprio non utilizzo!!!!

Speriamo che finito il trasloco lavorativo non debba piegarmi al fatto di subire l’aria condizionata altrimenti divento una botte :-)))
A proposito di trasloco, vado a Ravenna … evviva!!! Anche stavolta di avvicinamento non se ne parla … caxxo!!! Almeno il mio capo è un GRANDE … mi rifarò con lui che è anche a dieta 🙂
Saluti radiosi

Decimo anniversario!!!

Oggi sono trascorsi esattamente 10 anni da uno dei tre giorni più belli della mia vita … LE NOZZE!!!

Erano giornate perturbate climaticamente tant’è che la mattina stessa il collega che mi doveva prestare l’auto d’epoca decapotabile diede forfait e dovetti organizzarmi con un amico che aveva una SAAB anch’essa cabriolet, poi al primo pomeriggio passai da via Aldo Moro, feci salire mia moglie traendola a forza da casa dei suoi (dai che scherzo, era consenziente!!!)  e insieme andammo alla chiesa dove ci aspettavano amici e parenti nel miglior modo possibile … puntuali!!!

Era abbastanza anomala la puntualità ad un matrimonio ma … da una Dottoressa in Economia e Commercio e da un cugino del parroco che celebrava la cerimonia (quindi potevo effettivamente subire tutti gli improperi per eventuali ritardi) non poteva andare diversamente!!!

Lasciai la macchina cabrio proprio davanti alla chiesa ma poi durante la cerimonia il rovescio pazzesco che si verificò impose che qualcuno l’andasse a chiudere (volete che lasci li mia moglie da sola proprio in mezzo alla funzione??? 🙂

Testimoni di nozze erano: Omar e Stefania (miei grandi amici) per Barbara, e mio fratello e mia sorella per me …. Il massimo che si poteva chiedere.

Io e Barbara abbiamo anche letto con voci tremolanti e carichi di emozione. Ricordo ancora la lettura che insieme avevamo scelto era quella della costola di Adamo da cui nasceva Eva .

Una cerimonia accompagnata anche dal violino e dall’organo di cui ricordo l’emozione ancora adesso con la gocce agli occhi nel momento in cui suonarono l’Ave Maria, io e Barbara vicini che ci scambiavamo sorrisi e che ci univamo sempre più indissolubilmente … NON OSI SEPARARE L’UOMO CIO’ CHE DIO UNISCE.

Uscimmo che lo scroscio era passato ma l’acqua continuava a cadere dalle piante.

Eravamo MARITO E MOGLIE.

Una vita, un amore, il mio sei tu cara Barbara.

Saluti radiosi

Le sorti di www.romeogiunchi.net

E’ un pò che non mi esprimo più sul mio blog, quello dei meldolesi ed anche in parte l’impegno agli inGASati mi ha parecchio ridotto i tempi e purtroppo stò trascurando la prima creatura che mi aveva avviato ai blog.

Penso che a questo punto renderò il mio blog più dedicato a pensieri personali e all’espressione dell’interiorità perchè le altre passioni e attenzioni pubbliche le lascerò ai sopracitati; inoltre tornerò a seguire (quando posso) i miei colleghi. Sicuramente avrò cadenze molto rade … ma così stresserò meno 🙂
Detto questo immagino che in pochi saranno rimasti a leggermi pertanto i miei scritti saranno soprattutto una sorta di mio diario on-line affinchè chi leggerà possa farsi un’idea di chi c’è veramente dietro il mio nome e cognome e qualcosa che magari un giorno i miei nipoti leggeranno facendosi quattro risate sui viaggi che si faceva il loro bis-tris-…nonno!!!
Purtroppo in questi giorni una ristrutturazione aziendale sta rimettendo in discussione la mia permanenza a Lugo dove, onestamente, ho passato oltre tre anni fantastici con colleghi veramente unici.

L’essere umano è portato ad essere naturalmente resistente al cambiamento ed io non sono certo da meno anche se sono conscio che ogni cambiamento renda veramente frizzante la vita e ne faccia apprezzare veramente ogni singolo istante.

Non so bene che succederà ne come sede di lavoro ne come ruolo ma certamente c’è la mia massima disponibilità ad ogni sorta di decisione; ultimamente sto leggendo la raccolta di esperienze che tante persone (non solo ragazzi) hanno lasciato sul blog di Grillo: Schiavi Moderni ed onestamente mi sento veramente un baciato dalla fortuna, comunque andrà a finire.

Certo è che dovrò comunque iniziare a pensare anche al futuro dei miei figli perchè leggendo quelle storie e guardandoli un po (tanto) mi vergogno di non aver fatto nulla per evitare che tanti anni di dure lotte sindacali siano stati semplicemente cestinati con un verso di gallina prima (co.co.co.) e con un verso forse peggiore poi (co.co.pro.)
A questo punto, vista l’ora passo e chiudo e … mi vado a letto!!!

Saluti radiosi

Omeopatia e sperimentazione … si conferma l’efficacia della cura omeopatica

Di seguito un sunto di una newsletter della Loacker che mi ha messo a consocenza di uno studio comparativo fra metodo omeopatico e convenzionale su patologie acute dell’apparato respiratorio ed uditivo.

Non vorrei che passasse che solo per queste patologie tutto sommato lievi l’omeopatia è valida ma è un importante passo che si compiano queste comparazioni per dare maggior forza anche alle scelte di Regioni all’avanguardia con queste cose (la Toscana è una di queste … se volete saperne di più … posso dirvi qualcosa :-).

Tra ottobre 1998 ed aprile 2000 è stato condotto uno studio internazionale, multicentrico, comparativo, non randomizzato per valutare l’efficacia dell’omeopatia vs il trattamento convenzionale per la cura di patologie acute dell’apparato respiratorio e uditivo. Sono stati coinvolti 8 Paesi (Austria, Germania, Paesi Bassi, Russia, Spagna, Ucraina, Regno Unito e USA) per un totale di 2055 pazienti arruolati tra adulti e bambini.
Hanno partecipato allo studio pazienti che presentavano almeno uno dei 5 sintomi principali (naso che cola, mal di gola, mal di orecchie, dolore al petto e tosse) insorti non più tardi di 7 giorni prima dell’arruolamento. Il follow-up è stato condotto telefonicamente dopo 7, 14 e 28 giorni dal primo contatto, considerando tra i criteri di valutazione la velocità di risposta al trattamento dopo 7, 14 e 28 giorni, la soddisfazione del paziente e l’evenienza di eventi avversi.
Dei 2055 pazienti arruolati, 1577 hanno concluso lo studio: 857 trattati con rimedi omeopatici (prescritti su base individuale) e 720 con medicinali convenzionali. La maggior parte dei pazienti di entrambi i gruppi (omeopatia e medicina convenzionale) riferiscono di essere guariti o aver avuto miglioramento dopo 14 giorni di trattamento (criterio primario). La velocità di risposta al trattamento sia omeopatico sia convenzionale non mostra differenze significative tra bambini e adulti.

Tuttavia il miglioramento entro i primi 7 giorni dall’inizio del trattamento è avvenuto in maniera significantemente più veloce nei bambini e negli adulti trattati omeopaticamente rispetto ai pazienti dei due gruppi trattati con farmaci convenzionali.

Ciò che è risultato dallo studio è che il trattamento omeopatico per patologie acute dell’apparato respiratorio e uditivo non è inferiore al trattamento convenzionale.
Certamente questi risultati contribuiscono ad evidenziare sempre più che l’omeopatia è una strategia di trattamento sicura e benefica!

HOMEOPATHIC AND CONVENTIONAL treatment for acute respiratory and ear complaints: A comparative study on outcome in the primary care setting
Max Haidvogl, David S Riley, Marianne Heger, Sara Brien, Miek Jong, Michael Fischer, George T. Lewith, Gerard Jansenand André E. Thurneysen